Modificare lo Statuto del PD e prevedere un vicesegretario di genere diverso dal Segretario. Vogliamo una rappresentanza paritaria effettiva.

Intervento nella Direzione Nazionale del PD

(Dalle Agenzie) – Quello che chiediamo non sono quote ma rappresentanza paritaria effettiva di donne e di uomini. Ecco perché oggi dobbiamo modificare lo Statuto del partito: ogni genere non deve essere rappresentato al di sotto del 50% in tutti gli organismi esecutivi e di direzione politica e inserire la norma che prevede un vice segretario vicario di genere diverso dal segretario.

Con l’indicazione di tre ministri nel Governo Draghi ha prevalso l’esercizio della leadership sempre e costantemente maschile.

Questo partito non può funzionare così. C’è da cambiare profondamente la cultura e le regole del PD.

Solo modificando lo Statuto sarà possibile affermare per una piena, compiuta e sostanziale parità di genere.

Solo così si può sconfiggere un ingessamento della organizzazione del partito in correnti autoreferenziali e autotutelanti.

Huffingtopost.it

Gazzetta del Sud.it

Corriere della Calabria.it

Eco dello Jonio.it

VIDEO INTERVISTA 9COLONNE


Articoli Recenti

COOKIE POLICY

Copyright from 2009 to 2021 @ Enza Bruno Bossio | Created by Mantio. All Rights Reserved.​