8 marzo: Oggi davanti all’Ambasciata polacca per sostenere la battaglia delle donne contro leggi misogine.

Ho celebrato la festa dell’8 marzo in nome dei diritti delle donne.

Sono stata, infatti, davanti all’ambasciata polacca in Italia per dare sostegno a una battaglia di civiltà contro la recente legge che in quel Paese di fatto ha vietato le interruzioni di gravidanza e in ultimo contro la mozione che autorizza l’esistenza di aree LGPT free.

La libertà di autodeterminarsi, anche negli orientamenti sessuali, è il primo confine che sancisce un’eguaglianza sostanziale e una piena affermazione delle pari opportunità. Ecco perché ho aderito alla mobilitazione promossa dall’European Parliamentary Forum for Sexual and Reproductive Rights (EPF) – la rete di parlamentari di tutta Europa impegnati/e nella tutela dei diritti sessuali e riproduttivi delle donne. Oggi hanno fatto sentire il proprio dissenso non solo le donne polacche, impegnate nello Strajk Kobiet, lo sciopero delle donne a Varsavia, ma tutte le europee che, in contemporanea, hanno presidiato le ambasciate polacche.

Corriere della Calabria.it

Libero Quotidiano.it

Il Dispaccio.it

Sardiniapost.it

• Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Articoli Recenti

COOKIE POLICY

Copyright from 2009 to 2021 @ Enza Bruno Bossio | Created by Mantio. All Rights Reserved.​