Positivo incontro con il Commissario alla sanità Guido Longo

(Dalle Agenzie) – Sono soddisfatta per la interlocuzione che stamani ho avuto con il Commissario regionale della sanità. Sono stata io a chiedere nei giorni scorsi questo incontro.

Ho inteso porre all’attenzione del Commissario alcune problematiche relative al funzionamento dei servizi territoriali ed ospedalieri. Al centro del nostro confronto, inevitabilmente, si è posto il tema della previsione e della modalità di attuazione del piano di rientro dei disavanzi pregressi. A questo proposito, condivido la linea che intende seguire il Commissario Longo per pervenire ad una gestione stralcio dei debiti pregressi delle Asp di Reggio Calabria, Catanzaro e Cosenza, che rappresentano oggi la maggiore criticità e che sono di ostacolo alla certificazione della certezza della cifra del debito regionale. Ritengo che, per favorire questo metodo nel procedimento di accertamento e gestione del debito, potrà essere necessaria una modifica normativa all’ultima edizione del testo del “Decreto Calabria”, di cui mi farò proponente in sede parlamentare.

E’ stato, altresì, affrontato il tema di come attuare efficacemente il piano vaccinale con particolare riferimento all’accordo con i medici di base e alla attivazione delle postazioni negli ospedali e da parte dell’esercito e dei volontari. Alla luce dell’incontro di stamani, mi adopererò come parlamentare affinché sia rapidamente approvato il Piano, inoltrato al Ministero della Salute, per la definizione della rete territoriale, ospedaliera e farmaceutica.

L’approvazione di questo Piano è propedeutica all’avvio dei procedimenti per l’assunzione di una quota considerevole di nuovo personale medico e di operatori sanitari, oggi necessario il miglioramento dei servizi. Non meno importante è stata poi la segnalazione fatta dal Commissario sulle difficoltà di funzionamento della struttura organizzativa commissariale.

Per la soluzione celere di questo problema la Regione dovrà fare la propria parte e, se necessario, anche a livello ministeriale bisogna assumersi le proprie responsabilità.

Va fatta chiarezza, inoltre, sul contingente di personale   destinato in Calabria e che Agenas, probabilmente, ha selezionato secondo profili professionali non adeguati al fabbisogno imposto dalla carenza dell’organico regionale. Infine, particolarmente utile è stato il confronto sulla necessità di riapertura di alcuni ospedali di zona, a partire da quelli di Praia a mare, Trebisacce, Cariati, così come immediata deve essere l’attuazione del piano delle Case della salute, che giace nei cassetti da ormai un decennio. A questo fine, mi auguro che il Commissario dell’Asp di Cosenza, Vincenzo La Regina, si impegni a riconfermare il Piano operativo che prevede il finanziamento, che con delibera aziendale numero 646, approvata nel mese di agosto dello scorso anno, è stato finalizzato alla realizzazione, tra gli altri interventi, della casa della salute di Amantea.

Gazzetta del Sud.it

Corriere della Calabria.it

Reggiotv.it

Quicosenza.it

Agenparl.eu

• Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli Recenti

COOKIE POLICY

Copyright from 2009 to 2021 @ Enza Bruno Bossio | Created by Mantio. All Rights Reserved.​