Il dramma della fuga e la gioia dell’incontro: due gemelli si riabbracciano, dopo 5 mesi, al CARA di Crotone

In questo abbraccio struggente tra la mamma, la sorellina e il fratellino di 6 anni, dopo 5 mesi di separazione, è racchiusa tutta la storia delle migrazioni.

Storie di madri costrette ad abbandonare i propri bambini, di mogli che vedono i propri compagni morire nei lager libici, di famiglie smembrate, di affetti dilaniati, di giovani vite già provate dalle intemperie dell’esistenza solo per essere nate in luoghi in guerra e morsi dalla povertà.

Il piccolo è sbarcato a Porto Empedocle con la nave Ocean Viking e dopo la quarantena, ieri pomeriggio, all’arrivo dei bus di migranti al Cara di Isola di Capo Rizzuto, l’abbraccio infinto.

C’è il rovescio delle storie ma c’è anche il dritto e questo abbraccio ce lo racconta: grazie al lavoro delle Ong e a una catena di solidarietà che ha visto uniti operatori umanitari, Croce Rossa e una giovane donna che ha accudito il bimbo fino al ricongiungimento, questa storia ha avuto un lieto fine.

RASSEGNA STAMPA

Corriere della Calabria – Migranti, bimbo di 6 anni riabbraccia la gemella e la mamma al Cara di Crotone dopo 5 mesi

Articoli Recenti

COOKIE POLICY

Copyright from 2009 to 2020 @ Enza Bruno Bossio | Created by Mantio. All Rights Reserved.​