Risorse e progetti per lo sviluppo delle aree interne

Ieri sera, 29 febbraio, sono tornata a Bocchigliero per partecipare ad un’assemblea aperta con 255 tirocinanti dei comuni di Bocchigliero, Campana e Longobucco, presenti i Sindaci, dirigenti sindacali e rappresentanti delle associazioni.
Questi lavoratori sono stati avviati a corsi di formazione retribuiti finanziati dalla Regione Calabria su diversi progetti che vanno dalla salvaguardia del territorio alle nuove tecnologie.

Il primo obiettivo, in questa fase, è quello di proseguire per almeno altri sei mesi di training on the job per come stabilito nella convenzione già firmata dai sindaci dei tre comuni con la Regione Calabria della precedente amministrazione guidata da Mario Oliverio e che oggi la nuova Giunta dovrà attuare.
Ma lo scopo dei tirocini non possono essere quelli di garantire un reddito. Se così fosse avrebbe molto più senso puntare ad un allargamento del reddito di cittadinanza! La finalità deve essere quella di accedere ad un lavoro coerente con le competenze acquisite. Questo è particolarmente urgente nei comuni delle aree interne della Calabria sottoposti a processi di progressivo spopolamento e depauperamento che rischiano di metterne in discussione la stessa esistenza.

Convertire tirocini in lavoro

Dunque bisogna fare in modo che questi tirocini, che sono per loro stessa natura provvisori, si trasformino in lavoro, intrecciando le opportunità che provengono da strumenti legislativi e amministrativi in essere con le competenze acquisite nei corsi e con quanto il territorio offre.
Mettere in campo progetti produttivi funzionali e di stimolo al tessuto economico e sociale di questo territorio.
Su questi temi ho dato la mia completa e totale disponibilità a seguire questa vertenza che assume un valore simbolico e può servire da modello per tutte le aree interne della nostra regione.

Articoli Recenti

COOKIE POLICY

Copyright from 2009 to 2020 @ Enza Bruno Bossio | Created by Mantio. All Rights Reserved.​