Inaugurazione Parco e Museo di Sibari risultato di una buona politica

Dichiarazione in occasione della inaugurazione per la riapertura del Museo e del Parco Archeologico di Sibari dopo i lavori seguiti all'alluvione del gennaio 2013.

Sibari (4)
Eravamo, a gennaio 2013, nel pieno della campagna elettorale per le politiche quando si verificò il disastro dell’allagamento degli Scavi di Sibari.
L’impressione provocata dagli scavi ricoperti di acqua e fango fu drammatica e percorse tutto il mondo.
Sin da subito, inoltre, emersero le responsabilità del governo regionale guidato da Scopelliti per la mancata attuazione dell’accordo di programma quadro stipulato sin dal 2010 tra Stato e Regione Calabria per la mitigazione del rischio idrogeologico per 220 milioni di euro.
La mancata attuazione di quel piano fu la causa indiretta del disastro: invece di dare corso subito alle opere previste, tra cui la sistemazione idraulica del fiume Crati nei territori di Corigliano e Cassano per una spesa di 4 milioni di euro e che forse avrebbe evitato il disastro, erano stati perduti oltre due anni preoccupandosi solo di fare qualche nomina di consulenze.
Uno dei primi atti appena eletta deputata fu proprio la presentazione, insieme ai colleghi calabresi del centrosinistra, di una interrogazione al Ministro dell’Ambiente per chiedere conto di questa evidente omissione.
In pieno agosto 2013 l’allora Ministro dei Beni Culturali Massimo Bray accettò l’invito a visitare gli scavi rivoltogli da me e dal Sindaco di Cassano Gianni Papasso segnando l’inizio del percorso che ha portato alla rinascita ed alla riapertura di oggi. Ricordo con particolare commozione quella visita, anche perché a guidarci fu la responsabile dell’area archeologica di allora, la compianta Silvana Luppino, purtroppo prematuramente scomparsa, e che è la vera grande assente di questa giornata.
Dal 2013 ad oggi sono stati spesi dal Ministero dei Beni Culturali 18 milioni di euro.
A questi si sono aggiunte le risorse derivate dallo sblocco del famoso APQ grazie alla rimozione del precedente commissario Percolla e la nomina del Presidente della Regione Mario Oliverio e del sub commissario ing. Nello Gallo che ha contribuito a mettere in sicurezza le acque che lambiscono il Parco Archeologico oltre ad impegnare e spendere la gran parte delle risorse disponibili.
Ecco perché considero l’inaugurazione di oggi un po’ anche mia.
La felicità con la quale oggi riconsegniamo alla Calabria, al Mezzogiorno e al Paese uno dei più importanti patrimoni archeologici e storici del Mediterraneo e del mondo intero si unisce alla soddisfazione di essere riusciti, come politica calabrese, a fare il nostro dovere.
Perché se è vero che le calamità naturali sono spesso imprevedibili, negligenze, sottovalutazioni ed omissioni sono inaccettabili.

RASSEGNA STAMPA
Ansa dell’11 febbraio 2017
Dire.it

RASSEGNA FOTOGRAFICA
Sibari (5)Sibari (6)Sibari (7)
Sibari (1)Sibari (2)Sibari (3)

Comments are closed.