Congelato per due mesi il piano di riorganizzazione di Poste. Uffici periferici non chiuderanno.

Poste Italiane
Congelata, con una sospensione di due mesi, la chiusura degli uffici postali periferici prevista dal piano di riorganizzazione di Poste.
Si tratta di un primo risultato della nostra iniziativa parlamentare, del Governo, ma anche della Conferenza Stato-Regioni.
Sul tema avevo presentato nei mesi scorsi due interrogazioni, la prima in Commissione e la seconda al Ministero dello sviluppo, in cui chiedevo di tenere conto del “servizio universale” a cui le Poste devono presiedere e della necessità di non chiudere gli uffici periferici, in particolare quelli di montagna.
Ora bisogna però trovare le soluzioni effettive per un mantenimento permanente degli uffici, proprio quelli più periferici, sviluppando soprattutto la vocazione di accompagnamento al digitale che la stessa Poste spa afferma di avere come propria missione futura.
Per questo motivo, ad esempio, ho proposto il ricorso ai tutor digitali che possano accompagnare e assistere soprattutto la popolazione piu’ anziana, per arrivare nel giro di pochi anni anche al switch off della pubblica amministrazione verso il digitale.

Articoli Recenti

COOKIE POLICY

Copyright from 2009 to 2020 @ Enza Bruno Bossio | Created by Mantio. All Rights Reserved.​