Città ostaggio del Comune, quello di Viale Parco non è il cantiere della Metro

 

La città di Cosenza non è più fruibile. Di fatto è stata sequestrata dai provvedimenti assunti dall’amministrazione comunale. Quotidianamente ai pendolari è impedito l’accesso dal blocco automobilistico che si crea nelle ore di punta nelle aree adiacenti l’ingresso della autostrada. Ma il colpo durissimo è stato quello inflitto con la chiusura del tratto centrale di Viale Mancini e con la istituzione della ZTL negli attraversamenti di corso Mazzini.

È stato un grave errore aprire il cantiere del Parco del Benessere. La scelta di stralciare l’avvio di questo cantiere dai lavori della Metro non solo ha impedito l’attuazione coerente del progetto definitivo della Regione ma ha paralizzato la città intera.

Il Parco del Benessere sarebbe dovuto essere l’ultimo atto del cronoprogramma dei lavori e non il punto di partenza.

Il risultato di questa scelta dell’amministrazione comunale è sotto gli occhi di tutta la città.

Un bel paradosso considerare Parco del Benessere un luogo che sta causando tanti disagi che si potevano benissimo evitare, poiché i lavori della Metroleggera, previsti in origine lateralmente alla strada, non avrebbero interessato la viabilità in entrambi i sensi di marcia.

Il Comune invece ha inteso agire senza una strategia e prima che si attivasse una efficace viabilità alternativa.

Bisogna riaprire subito Viale Mancini attivando una rimodulazione del programma e della organizzazione dei lavori e dei cantieri.

Rassegna stampa

ANSA Calabria 17/02/2019

Quotidiano del Sud 17/02/2019

Gazzetta del Sud 17/02/2019

Eco dello Jonio 17/02/2019

Calabria news 24 17/02/2019

Il fatto di Calabria 17/02/2019

Qui Cosenza 17/02/2019

Strettoweb 17/02/2019

Cosenza Channel 17/02/2019

 

Comments are closed.