Le morti sul lavoro e l’urgenza di parlare di sicurezza

Le morti sul lavoro e l'urgenza di parlare di sicurezza

Ancora quattro morti sul lavoro. Ancora quattro persone che perdono la vita nel luogo in cui si sarebbero dovute sentire protette e tutelate, quello dove passavano la maggior parte del loro tempo.
Da inizio anno ci sono stati 482 infortuni mortali sul lavoro, un bilancio drammatico, il peggiore dal 2016.
In tanti diciamo basta da tempo. Ma non cambia niente: le cose, invece, peggiorano. Le leggi ci sono, ma non sono rispettate.

Era il 5 aprile 2018 quando a Crotone persero la vita tre operai e il 18 aprile, colpita da quella tragedia proposi l’istituzione di una Commissione parlamentare di inchiesta sugli infortuni sul lavoro. Non possiamo più rimandare, oggi è tempo di intervenire. Il nuovo governo dovrà iniziare ad occuparsi di lavoro, bene, lo faccia a partire dalle nuove frontiere sulla sicurezza.

• Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Articoli Recenti

COOKIE POLICY

Copyright from 2009 to 2020 @ Enza Bruno Bossio | Created by Mantio. All Rights Reserved.​