Enza Bruno Bossio: il governo-m5s lega è solo capace di violenza

Perchè è inaccettabile l’aggressione della Lega ad Enza Bruno Bossio

Quando non si hanno argomenti a sostegno delle proprie ragioni, l’unico modo per prevalere è affidarsi alla violenza verbale e, questa volta, anche violenza fisica.
Avrei fatto volentieri a meno di raccontare l’ennesima viltà che si è consumata in questo Parlamento da parte del governo e della lega di Salvini, ma mio malgrado ne sono rimasta vittima ed allora spiegare è dovere morale.

L’ostruzionismo come strumento di Protesta contro un ministro che si rifiuta di conferire in Aula

Ecco il giorno di ordinaria follia che abbiamo vissuto ieri a Montecitorio. Sono due giorni che nella sala Mappomondo – nel corso dei lavori congiunti delle commissioni Affari costituzionali e Giustizia – che facciamo ostruzionismo contro un decreto (il sicurezza bis) che porta il nome di un ministro (Salvini) che si rifiuta di presentarsi in Aula per riferire e darci la sua versione sulla vergogna del Russiagate e che mostra il suo assoluto spregio delle istituzioni, quando preferisce visitare i gattili, piuttosto che le aule del Parlamento. Il Pd ha così scelto lo strumento democratico dell’ostruzionismo. Lo abbiamo fatto nella giornata e nella serata di martedì, avvicinandoci ai banchi della presidenza di commissione per impedire che i lavori andassero avanti, in segno di protesta per la clamorosa e reiterata assenza.

Lo scontro in Commissione Giustizia-affari costituzionali

Il limite del confronto civile è stato oltrepassato ieri mattina, quando a presiedere la commissione congiunta Giustizia e Affari Costituzionali vi era la collega Businaroli. All’inizio della discussione, con piglio autoritario, pretendeva che i lavori andassero avanti, senza tenere in considerazione i problemi sollevati o che ci fossero deputati che chiedessero la parola.
Ed è allora che la maggioranza giallo-verde ci ha tacciato di sessismo, accusandoci di criticare la Businarolo perché incinta.

Basta fakenews, la verità sull’aggressione e i commenti sessisti in commissione

La verità è però un’altra: noi contestavamo la presidenza a prescindere e il vero sessismo lo ha fatto chi ha tentato di strumentalizzare la condizione della presidente per metterci il bavaglio. Non appena ho tentato ai microfoni di svelare questo avvilente sotterfugio della maggioranza, la senatrice della Lega Saltamartini mi ha letteralmente aggredito, impedendomi di parlare. Nel contempo è partito un fuoco di fila contro il mio compagno di partito Andrea Romano, a cui – nella peggiore commedia degli equivoci – sono state attribuite parole mai dette sulla gravidanza della presidente.
La deputata leghista Barbara Saltamartini non si è solo limitata a rivolgermi inferocita epiteti irripetibili, dagli insulti si è passati all’ intimidazione fisica, una vera e propria violenza della lega quando mi ha strappato il microfono di mano e ha cercato fare un’aggressione, salvo poi confondere le acque e interpretare la parte lesa, ma le foto la inchiodano.

Il mio intervento in Aula e il comportamento vergognoso della Lega

Come ho ribadito nel mio intervento in Aula, subito dopo l’aggressione in commissione, è semplicemente vergognoso che il governo Lega di Salvini intervenga in Aula, con l’appoggio complice del fidato alleato di Governo, difendendo il comportamento della Saltamarini e considerando una donna in gravidanza – ancora una volta – una sorta di arma di distrazione di massa.
La verità, però, è dura a morire e non ci facciamo certo impressionare dal teatrino che in completa malafede hanno tentato di allestire a Montecitorio. Ad ogni loro parola d’odio della lega di Salvini, noi opporremo gli strumenti democratici che la Costituzione ci mette a disposizione. A ogni loro fake news, risponderemo con la potenza della verità. Colpo su colpo, fino a quando questa stagione di disvalori e regressione non vedrà un barlume di luce.

Rassegna stampa Enza Bruno Bossio aggressione da parte della lega

Repubblica.it Commissione giustizia, M5S contro il dem Romano “Contesta la presidente perchè incinta.” La replica”Mai detto”

IlfattoQuotidiano.it Romano-Businarolo, Bruno Bossio (Pd): “Da noi mai scherno sulla gravidanza. Canea della maggioranza che voleva silenziare le proteste”

Fanpage.it Una deputata leghista aggredisce un’onorevole del Pd che protestava contro Salvini

NextQuotidiano.it L’aggressione della deputata leghista a Enza Bruno Bossio

Gazzetta del Sud.it Decreto sicurezza bis, caos alla Camera: aggeredita la deputata calabrese Enza Bruno Bossio

Calabria news Decreto sicurezza bis, caos in Commissione. Deputati PD:”Aggredita la deputata calabrese Enza Bruno Bossio” 

Telemia Decreto sicurezza bis, caos in Commissione:”Aggredita la deputata calabrese Enza Bruno Bossio” 

 

 

 

 

 

Comments are closed.