Perché ho sottoscritto la risoluzione che chiede la revoca della missione bilaterale di supporto alla Libia

La risoluzione per la revoca della missione bilaterale in Libia

Mentre a largo di Lampedusa si svolge un’ennesima tragica vicenda per la Sea Watch, insieme ad altri colleghi facciamo la nostra parte firmando una risoluzione che chiede la sospensione degli accordi con la guardia costiera libica per il controllo dei flussi migratori.Non possiamo ignorare cosa avviene nei lager libici! Ne possiamo essere ingabbiati dai posizionamenti politici!Ci sono questioni sulle quali non si può derogare. Prima tra tutte quella dei diritti umani!Speravo che l’astensione alla Camera lo scorso giugno sulla questione della cessione di motovedette alla Libia fosse l’inizio di una consapevolezza più collettiva del Partito Democratico, soprattutto oggi, alla alla luce degli effetti dei decreti Salvini!

Gli orrori dei lager libici

Molti migranti portano sui loro corpi i segni evidenti delle sofferenze patite. Ognuno di loro ha sacrificato gli anni migliori per cosa? Per essere prima torturato e poi spinto nell’invisibilità, in mano alla criminalità organizzata e destinato alla povertà.Ho firmato questa risoluzione perché, anche se non potrò cancellare dalla mente lo sguardo delle giovani donne che ho incontrato a bordo della nave Diciotti e nei Cara e CIE del sud Italia, che ho visitato per denunciarne le condizioni disumane, che raccontano anni di violenze e stupri continuativi, vorrei che queste storie terribili non si sommassero ad altri crimini contro l’umanità. Desidero guardare al Mediterraneo riconoscervi di nuovo il mare nostrum, senza vederci dentro un cimitero. In nome di quella stessa umanità oggi è necessario per tutti decidere da che parte stare.

 

Rassegna stampa Enza Bruno Bossio – No ad accordi con la Libia

Migranti Bruno Bossio no ad accordi con la Libia – Calabria 7

 

 

Comments are closed.