Alfabetizzazione digitale: L’Italia è rimasta indietro

Dati OCSE

Ancora una volta nello Skills Outlook 2019 dell’Ocse. Il report, che fa il punto sull’evoluzione delle competenze in chiave di trasformazione digitale, vede il nostro Paese nella parte bassa della classifica. Il report annuale dell’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico ha confermato anche per il 2018 il dato più allarmante per il lavoro dei nostri giovani: In Italia solo il 21% possiede un buon livello di alfabetizzazione e capacità di calcolo. La maggiorparte della popolazione italiana non possiede le skills necessarie per prosperare nel mondo digitale né nella società in generale, né più specificatamente nel mondo lavorativo. L’Italia che nella precedente legislatura aveva visto un netto miglioramento, oggi si ritrova con un terzo peggior risultato tra i paesi esaminati, come evidenziato dall’Ocse.

Innovazione digitale e nuovi lavori

Io sono profondamente convinta che molti nostri giovani da grandi faranno un lavoro che ancora non esiste, e che spetta a noi formarli per renderli pronti ad afftontare con le giuste competenze quello che li attende. L’acquisizione di queste competenze, sempre più richieste, potrebbero sicuramente incidere in modo positivo per aumentare il tasso occupazionale oltre che, naturalmente, contribuire allo sviluppo di un’intera nazione che passa necessariamente dall’innovazione.

È necessario un intervento significativo ed efficace prima che l’Italia resti fuori dal futuro

Comments are closed.