Convegno annuale di AIPP. Per lo sviluppo digitale in Italia.

Oggi nel corso del convegno annuale di AIPP (Associazione Italiana Internet Provider), abbiamo affrontato il tema dello sviluppo digitale in Italia. In particolare, la discussione si è sviluppata su uno studio presentato da I-Com, Istituto per la Competitività “Dare fibra al futuro dell’Italia”.
A questo proposito, ho ricordato la drammatica situazione del 2014, quando i dati sulla banda ultralarga in Italia erano lontanissimi dagli obiettivi di Agenda 2020. Dopo soli 4 anni, grazie alla strategia dei governi PD e ad una sinergia tra Stato e operatori sulla fibra, il gap sull’offerta è stato superato ed abbiamo centrato l’obiettivo della copertura BUL dell’85% della popolazione.

Oggi l’obiettivo è intervenire sulla domanda per raggiungere il secondo step di Agenda Digitale 2020, ovvero la soglia del 50% dei cittadini effettivamente connessi alla fibra, attraverso l’incremento dei servizi digitali. Questo obiettivo diventa più praticabile con lo sviluppo della tecnologia 5G, che consentirà una vera e propria smartizzazione nell’offerta dei servizi.

Per questo dobbiamo sostenere gli operatori che hanno investito sull’acquisto delle frequenze, evitando i troppi vincoli ambientali e burocratici e valorizzare il ruolo degli Internet Service Provider che rappresentano oggi un elemento di innovazione importante anche grazie ai sistemi di trasmissione FWA.

Comments are closed.