Si sentono le urla della Libia fin qui

Le 100 persone riportate in Libia non sono pacchi postali. Sono uomini, donne e bambini nuovamente rinchiusi in centri di detenzione dai quali erano scappati. Come dice Gino Strada, il governo italiano fascistello e criminale, non lascia alternative a questi esseri umani: o fame, o guerra, o torture o congelamento e morte nel Mediterraneo. Quand’è che siamo caduti così in basso?

Comments are closed.