Anche Belpietro pensa di poter censurare

Come se non fosse bastato l’indegno show
a cui gli italiani hanno dovuto assistere, martedi’ scorso, in
televisione, oggi Maurizio Belpietro, dalle colonne del suo
giornale, si permette di chiedere l’estromissione di un suo
collega tedesco, Udo Gumpel, dalla tv pubblica. Siamo ormai al
delirio di onnipotenza, in cui la stampa amica del governo si
sente addirittura in diritto di stabilire chi abbia diritto o
meno di essere invitato in Rai. Una cosa di una gravita’
inaudita, che testimonia l’idea di un Paese chiuso, che non
accetta critiche, o semplici idee diverse da quelle imposte dal
nuovo conformismo sovranista.

RASSEGNA STAMPA:

Dire 22/11/2018

 

Comments are closed.