Il decreto milleproroghe lascia le periferie sempre più abbandonate

È unanime e trasversale la protesta che sta unendo gli amministratori della nostra penisola. Un no secco allo stravolgimento del bandi per le periferie messo a punto dai governi del Pd che dilata i confini della politica. Per fortuna non tutto è perso. A settembre questo scempio approderà alla camera e lì faremo dura opposizione affinchè venga ridata voce ai quartieri delle nostre città. Questo è il gran cambiamento promesso: periferie sempre più ai margini e cittadini sempre più soli.

RASSEGNA STAMPA

Dire 08/08/2018

askanews 08/08/2018

italpress 08/08/2018

9 colonne 08/08/2018

agi 08/08/2018

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *