Nuovi lavori ed economia digitale

Uil Nazionale (3)
Sono intervenuta al ciclo seminariale di alta formazione organizzato dalla UIL nazionale e dalla Fondazione Pietro Nenni sul tema: “Come cambia il lavoro”.
Nel mio intervento ho cercato di fare una analisi sulla evoluzione del mercato del lavoro degli ultimi decenni e sulle nuove condizioni create dalla rivoluzione digitale
In particolare ho inteso porre l’accento sulla necessità di un aggiornamento della tradizionale visione, che anche la sinistra continua ad avere, rispetto alle questioni del lavoro e del welfare, una visione ancora prigioniera del novecento, di un modello fordista dove un lavoro è per sempre.
Nello stesso tempo ho posto l’accento sulla falsa convinzione che l’innovazione digitale determinerà, nei prossimi decenni, la scomparsa di milioni di posti di lavoro. Al contrario, se si investirà seriamente sulle competenze digitali, si potrà costruire un nuovo modello di sviluppo e, nello stesso tempo, allargare l’attuale mercato del lavoro soprattutto verso la dispersa dell’occupazione giovanile.
Ma queste nuove opportunità offerte dalle innovazioni digitali richiedono agli Stati uno straordinario sforzo a sostegno di un nuovo modello di formazione, dentro e fuori i sistemi scolastici.
La modernità deve essere accompagnata, non fermata.
È questa l’ultima possibilità che abbiamo per restituire al lavoro il suo “onore perduto” piuttosto che attardarsi nella difesa minoritaria e nostalgica del vecchio modello che è ormai definitivamente alle nostre spalle.
Uil Nazionale (2)
Uil Nazionale (1)

TESTO DELL’INTERVENTO
Nuovi lavori ed economia digitale

RESOCONTO DELLA FONDAZIONE “PIETRO NENNI”
Fondazione “Pietro Nenni”

VIDEO

Comments are closed.