Da Santachè parole di razzismo e odio.

Corteo Nazionale Rom e Sinti a Bologna
Le parole utilizzate da Daniela Santanchè sui rom trasudano razzismo e odio. Nessuno, tanto meno la Santanchè, può arrogarsi il diritto di affermare che un popolo non è degno di rispetto. Non si tratta di essere buonisti o meno, ma di guardare alla realtà dei fatti senza pregiudizi.
I rom che stanno sfilando a Bologna in queste ore sono quelli che rispettano le regole, pronti a una convivenza civile nel nostro Paese. L’accanimento della Santanchè è strumentale e volto solo ad alimentare quel clima d’odio e di intolleranza che non fa bene al Paese e ai cittadini.

RASSEGNA STAMPA
Agi del 16 maggio 2015
AdnKronos del 16 maggio 2015
Dire del 16 febbraio 2015

Comments are closed.