L’ergastolo ostativo è incostituzionale anche secondo la Consulta

Il 23 ottobre la Consulta ha confermato quello che già sapevamo: l’ergastolo ostativo è incostituzionale.
Ora il Parlamento dovrà legiferare. Da tempo ho presentato un disegno di legge che, se approvato, permetterà di metterci in pari con l’Europa in materia diritti umani.Il mio partito, il Partito Democratico, e l’intera maggioranza di governo non possono più rinviare. è necessario al più presto calendarizzare la mia proposta di legge contro l’ergastolo ostativo.

Nessun passo indietro rispetto alla lotta alla criminalità organizzata

Chiariamo una volta per tutte: l’incostituzionalità dell’ergastolo ostativo stabilita sia dalla Cedu che dalla Consulta non significa liberare i mafiosi.
Non si vuole ostacolare la lotta alla criminalità organizzata, ma soltanto garantire i diritti costituzionali ai detenuti.

E in particolar modo concedere loro i benefici carcerari, lasciando la valutazione al giudice di sorveglianza e dopo la comprovata estraneità attuale del detenuto all’organizzazione mafiosa e la sua buona condotta.

Riconoscere più diritti non equivale mai ad un passo indietro, ma ad avvicinare le leggi alla Giustizia.

La mia intervista a Radio radicale

Comments are closed.