Il DEF e il Sud dimenticato

Tra i tanti danni che la nota di aggiornamento al Def porta con se’, c’e’ la totale omissione di politiche credibili per il Mezzogiorno. Come pensano Lega e Cinque Stelle di far ripartire il Paese e in particolare il Sud se non sostengono gli investimenti, le infrastrutture, il lavoro dei giovani? Inventano nuovi condoni fiscali e parlano di un reddito di cittadinanza fatto di “spese morali” ma senza precisa identificazione dei destinatari e dimenticano di creare le condizioni per far uscire dalla crisi la parte piu’ debole dell’Italia.
Dov’e’ finita la promessa del 100% di sgravi fiscali per le assunzioni dei giovani al Sud? E che fine ha fatto l’attuazione della legge di conversione del decreto Mezzogiorno di fine 2016 che ha sancito l’obbligo per le amministrazioni centrali diriservare al Mezzogiorno un volume complessivo di stanziamenti ordinari in conto capitale proporzionale alla popolazione di riferimento. Quindi, dati Istat alla mano una quota di almeno il 34%? Chiacchiere e distintivo
ma per il Sud niente.

RASSEGNA STAMPA:

AdnKronos 11/10/2018

Ansa 11/10/2018

Askanews 11/10/2018

Italpress 11/10/2018

Dire 11/10/2018

9Colonne 11/10/2018

LaPresse 11/10/2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *