Revocare il Commissario alla sanità Scura

Medici
“Aspettiamo risposte, speriamo positive, da Presidente Gentiloni”
(Intervista all’Agenzia Dire) – “Io non lo definirei uno scontro tra Regione e governo. C’e’ una questione che riguarda la impossibilità di modificare la situazione perché abbiamo un commissario per il piano di rientro, l’ing. Scura, che, nonostante il tavolo ex Adduce – tavolo interministeriale che valuta tutte le situazioni per i Piani di rientro) abbia scritto con chiarezza che non è personaggio adeguato al ruolo già qualche mese fa (verbale 20/07/2017) – continua a restare al suo posto”.
Così all’agenzia Dire la parlamentare calabrese del Pd Enza Bruno Bossio sulla difficile situazione della sanità nella regione, che ha portato il governatore Mario Oliverio anche a minacciare di incatenarsi a Roma di fronte palazzo Chigi. “Molti paragonano la situazione della Calabria a quella della Campania ma non è così. In Campania – ha aggiunto Bruno Bossio – i commissari si sono dimessi, Scura no. Bisognerebbe revocarlo e ci sono tutte le condizioni perché questo avvenga, visto che non Oliverio, non i calabresi, ma lo stesso tavolo interministeriale ha detto che non è all’altezza del ruolo. Noi parlamentari abbiamo scritto al presidente Gentiloni per procedere alla revoca di questo personaggio”.
“Lorenzin mi sembra che, o se ne lavi le mani, o faccia politica, mentre dovrebbe fare il ministro. Lo staff del presidente Gentiloni – ha dichiarato la deputata dem ieri ha ricevuto i sindaci della Locride che hanno manifestato a Roma per la grave carenza di medici nell’ospedale di Locri. Noi abbiamo avuto un incontro anche con il segretario nazionale del PD, Matteo Renzi.
Gentiloni nei prossimi giorni dovrebbe rispondere, mi auguro, in maniera positiva”.
“Non penso sia un problema di burocrazia – ha continuato la deputata – le regioni sottoposte a piano di rientro sono sotto la gestione di commissario ad acta. Le azioni del Dipartimento regionale della sanità calabrese sono condizionate dall’ok del commissario. Ad esempio, il piano aziendale dell’Asp di Cosenza ha atteso due anni per avere il parere favorevole di Scura, dal 2015 ad agosto del 2017. In questo caso quindi penso che il vero ostacolo sia lui, perché i burocrati ministeriali, quelli regionali e i direttori generali sono tutti pronti a lavorare nella direzione giusta, anche per sbloccare i concorsi. A sei anni dal piano di rientro – ha concluso Bruno Bossio – invece di migliorare abbiamo peggiorato la situazione”.

RASSEGNA STAMPA
Dire del 15 novembre 2017
La C News 24
La Provincia del 16 novembre 2017

VERBALI TAVOLO TECNICO
Verbale Tavolo Tecnico del 20 giugno 2017
Verbale Tavolo Tecnico del 20 luglio 2017

Share