Nessun complotto sui collegi

Il Quotidiano della Calabria del 5 giugno 2017 Prima PaginaIl Quotidiano della Calabria del 5 giugno 2017
Intervento su Il Quotidiano del 5 giugno 2017
Questa legge elettorale si sta facendo con una urgenza che ai più è ostica. Di solito la divisione in collegio rappresenta un passo successivo alla legge e viene approntata dal Ministero dell’Interno. In questo caso si sta lavorando in maniera celere e si sta mettendo insieme tutto proprio perché il testo che verrà approvato dovrà essere completo. E’ stato preso in considerazione un emendamento del PD che è andato ad accorpare alcuni collegi perché c’era il rischio che chi vinceva nel collegio non riusciva a prendere il seggio in parlamento. Si è passati da 303 collegi a 225. Così alla Camera i collegi calabresi sono diventati 8 (che è la vecchia divisione del Senato nel Mattarellum) e in Senato sono diventati 4; in questo modo l’aggregazione di popolazione è maggiore e non c’è il rischio di perdere il seggio. Per il Senato i collegi della Camera sono stati aggregati a due a due: ecco perché sono 4. In questo modo lo Jonio si aggrega a Crotone e alle Serre catanzaresi.
E’ assurdo che ci siano sciacalli che prendono a pretesto una legge elettorale per farne una questione territoriale e fare attacchi politici.
Qui si trattava solo di un impianto nazionale che è cambiato nelle lunghe maratone in commissione Affari costituzionali che continueranno fino a martedì quando il testo arriverà in aula. Qualcuno invece ne ha fatto una lotta politica e ha fatto credere a un complotto inesistente. Ovviamente sono d’accordo che Rossano e Corigliano debbano stare nello stesso collegio, così come condivido il progetto di fusione delle due città.

ARTICOLO IN PDF (Clicca per scaricare)
Il Quotidiano della Calabria del 5 giugno 2017 Prima Pagina
Il Quotidiano della Calabria del 5 giugno 2017

COLLEGI
Collegi Camera 2017

Share